Apparecchio multifunzione Sonosurgery

surgery

E’ uno strumento che agisce selettivamente sui tessuti minerali dei denti e sull’osso, e non offende la gengiva anche se la tocca fisicamente.  Nelle devitalizzazioni facilita la ricerca dei canali radicolari con l’ausilio del Microscopio operatorio.  In chirurgia consente incisioni ossee estremamente precise, misurate e limitate; è molto utile quando bisogna rispettare la gengiva e i tessuti molli.  Fate clik su “Benvenuto – Guarda il nostro video” nella Home di questo Sito.  Troverete, fra le altre cose, tutta la nostra Tecnologia.

Più nel dettaglio: cos’è – a cosa serve.
Cos’è.
•    L’Apparecchio Sonosurgery è costituito da un manipolo che racchiude la tecnologia necessaria ad attivare appositi inserti.


apparecchio Sonosurgery

•    Il nostro apparecchio appartiene alla generazione “sonica” e rappresenta l’evoluzione degli apparecchi piezoelettrici ultrasonici.  Si tratta di un dispositivo ad azionamento pneumatico che contiene dischi ceramici che vibrano a frequenze presenti nella banda del sonoro intorno ai 6000 Hz.


rosso: frequenze soniche – blu: frequenze ultrasoniche

Lavora sui tessuti minerali di denti e osso.
•    A differenza degli apparecchi ultrasonici ad azione piezoelettrica che si muovono su un solo piano dello spazio, la vibrazione sonica si muove in tutte le direzioni, e gli inserti lavoranti sono attivi su tutta la loro superficie e non solo in punta.

Movimento Tridimensionale Manipolo air scaler komet        
sinistra e centro: strumenti sonici (movimenti a 360°)  -  destra: strumento ultrasonico (movimento lineare)

•    Agisce selettivamente sull’osso e sui tessuti minerali dei denti, e non ha alcuna azione sui tessuti molli.  Questa è la cosa più importante: non offende la gengiva, le guance, le labbra e la lingua, anche se le tocca fisicamente.
•    Ha reso obsolete le frese rotanti ossivore le quali, a contatto con i tessuti molli, provocano lacerazioni, anche gravi.  Le frese ossivore a loro volta avevano soppiantato gli scalpelli chirurgici che appartengono ad un passato ormai desueto.

     
frese ossivore  -  scalpello e martello

•    E’ il complemento opposto al LASER che invece si usa sui tessuti molli ed è attivo solo su questi.  Vedere “LASER” in questa sezione del Sito.

A cosa serve.
•    Lo usiamo in molteplici situazioni.
•    In odontoiatria conservativa consente rifiniture di assoluta precisione sotto controllo al Microscopio operatorio.

                     

•    Nelle devitalizzazioni, sempre sotto controllo microscopico, facilita la ricerca dei canali sovrannumerari e la creazione di “pre flaring” e “glide path”, cioè l’invito e il piano di scorrimento degli strumenti endodontici.

    

•    In chirurgia estrattiva e implantare, con gli inserti chirurgici ideati dal Dott. Ivo Agabiti, consente incisioni ossee estremamente precise, misurate e limitate.

              

•    E’ molto utile nelle rifiniture delle preparazioni protesiche a contatto con la gengiva.

            

Pe qualsiasi curiosità non esitate a contattarci.